Referto Microcalcificazioni al Seno

Referto radiologico delle microcalcificazioni al Seno

 

La lettura di un referto radiologico sulle microcalcificazioni al seno richiede una comprensione delle informazioni fornite dal radiologo. Le microcalcificazioni sono piccoli depositi di minerali che possono apparire nelle immagini radiologiche del seno e possono essere indicative di diverse condizioni, inclusi cambiamenti benigni o potenziali segni di cancro al seno. Ecco alcune chiavi di lettura che possono aiutarti a comprendere il referto:

  1. Descrizione delle microcalcificazioni:

    • Localizzazione: Il referto indicherà la posizione precisa delle microcalcificazioni all’interno del seno. Possono essere suddivise in quadranti o settori.
    • Distribuzione: Le microcalcificazioni possono essere raggruppate (cluster) o sparse. La distribuzione può aiutare a valutare il rischio associato.
  2. Caratteristiche delle microcalcificazioni:

    • Dimensioni: Le dimensioni delle microcalcificazioni sono spesso misurate in millimetri. Microcalcificazioni più grandi possono essere più significative dal punto di vista clinico.
    • Forma e contorno: Possono essere descritte come rotonde, irregolari o lineari. Le microcalcificazioni irregolari possono essere più sospette di quelle rotonde.
  3. Caratteristiche radiologiche:

    • Calcificazioni benigna o maligna: Il radiologo valuterà se le microcalcificazioni sembrano più indicative di un processo benigno o maligno. La forma, la dimensione e la distribuzione contribuiscono a questa valutazione.
    • Calssificazione BI-RADS: Il referto può includere una classificazione secondo il sistema BI-RADS (Breast Imaging Reporting and Data System) che va da 0 a 6. Classificazioni più alte indicano un maggior sospetto di cancro.
  4. Raccomandazioni per l’ulteriore valutazione:

    • Biopsia: Se le microcalcificazioni sono sospette, il referto può consigliare una biopsia per ottenere campioni di tessuto per l’analisi.
    • Follow-up: In alcuni casi, può essere raccomandato un follow-up con ulteriori esami di imaging per monitorare eventuali cambiamenti nel tempo.

È importante sottolineare che solo un professionista medico può interpretare completamente un referto radiologico. In caso di dubbi o preoccupazioni, è fondamentale discutere direttamente con il radiologo o il medico curante. Una diagnosi e un piano di gestione appropriati richiedono una valutazione completa della situazione clinica.

Prenotazione visita senologica-Prof. Massimo Vergine

Prof. Massimo Vergine-Chirurgo senologo

Primario  Unità Operativa Complessa della Chirurgia della mammella del Policlinico Umberto I di Roma- Chirurgo Breast Unit

Principale area di interesse clinico è la diagnosi  diagnosi e trattamento chirurgico del tumore al seno con altre 30000 visite senologiche  e 4000 interventi chirurgici .

Ha acquisito una notevole esperienza nelle varie procedure chirurgiche , dalla quadrantectomia con incisioni minime alla mastectomia con risparmio di cute e capezzolo.

Membro della SIC ( Società Italiana di Chirurgia ) e dell’Anisc ( Associazione Nazionale Italiana Senologi Chirurghi)

Presidente di Filo Teso , associazione di donne operate per tumore al seno

Per appuntamento per visita senologica Policlinico Umberto I  tel. 06.49977800    tel. 339.6166430

o scrivere a  massimo.vergine@uniroma1.it           Visita il Lunedi ore 8-13

PRENOTA UNA VISITA SENOLOGICA INTRAMOENIA

Per appuntamenti  in intramoenia

CLINICA MATER DEI         (visita senologica intramoenia)   tel .  –  06.83803     (Giovedi  ore 16-19)  -Roma

STUDIO ARTEMISIA LAB LANCISI   ( visita senologica intramoenia) tel- 06.44088  (Giovedi ore 13 -16) -Roma

Prof. Massimo Vergine Chirurgo senologo a Roma- Profilo
Prof. Massimo Vergine-Chirurgo Senologo
Condividi Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *