Qual’è il miglior trattamento chirurgico per il tumore al seno?

Possibilità di trattamento chirurgico

Il tumore al seno è una delle forme più comuni di cancro tra le donne in tutto il mondo, ma può colpiremolto raramente anche gli uomini. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo sono fondamentali per aumentare le possibilità di guarigione e migliorare la qualità della vita delle pazienti. Tra le opzioni di trattamento chirurgico , la chirurgia è uno degli approcci più importanti. In questo articolo, esploreremo le diverse opzioni chirurgiche disponibili per il trattamento del tumore al seno e discuteremo i fattori che influenzano la scelta del miglior trattamento per ciascun paziente.

Tipi di chirurgia per il tumore al seno

Esistono diverse opzioni chirurgiche per il tumore al seno, e la scelta dipende da vari fattori, tra cui la dimensione del tumore, la sua posizione, il tipo di cancro, lo stadio della malattia e le preferenze del paziente. Ecco i principali tipi di chirurgia per il tumore al seno:

1. Mastectomia

La mastectomiaè un intervento chirurgico in cui si rimuove l’intero seno affetto dal tumore. Questa procedura può essere svolta in diverse varianti, tra cui la mastectomia totale (dove viene rimosso l’intero seno), la mastectomia sottocutanea (dove viene rimosso il tessuto ghiandolare ma il capezzolo e l’areola  vengono conservati), e la mastectomia bilaterale (dove entrambi i seni vengono rimossi e si esegue di solito nelle pazienti con ereditarietà al rtumore al seno). La scelta della mastectomia dipende dalle dimensioni e dalla diffusione del tumore, così come dalle preferenze della paziente che prenderà una decisione di comune accordo con il chirurgo senologo e il team multidisciplinare

 

2. Chirurgia conservativa del seno  (Tumorectomia o Quadrantectomia)

La chirurgia conservativa del seno prevede la rimozione solo della parte del seno contenente il tumore, conservando il resto del seno intatto. Questo approccio è spesso preferito quando il tumore è piccolo e non si è diffuso in altre parti del seno. Dopo la chirurgia conservativa, è di solito necessaria la radioterapia per ridurre il rischio di recidiva. Oggi grazie alle tecniche di chirurgia oncoplastica la chirurgia conservativa rappresenta circa l’80% della chirugia del tumore al seno.

3. Biopsia del linfonodo sentinella

Durante l’intervento chirurgico per il tumore al seno, spesso viene eseguita anche una biopsia del linfonodo sentinella. Questo è il primo linfonodo nel quale il tumore potrebbe essersi diffuso. Se il linfonodo sentinella è libero da cellule tumorali, è meno probabile che il cancro si sia diffuso ad altri organi. In questi casi quando il linfonodo sentinella risulta negativo si può evitare la linfadenectomia ascellare.

 

Fattori che influenzano la scelta del trattamento chirurgico

La scelta del miglior trattamento chirurgico per il tumore al seno dipende da una serie di fattori, tra cui:

1. Dimensione e localizzazione del tumore

La dimensione e la posizione del tumore influenzeranno la scelta tra mastectomia e chirurgia conservativa. E’ più semplice attuarla nelle mammelle di medie-grandi dimensioni .

2. Tipo di cancro

Il tipo di cancro al seno, come il carcinomi di tipo molto aggressivi o presenti in più quadranti è consigliabile la mastectomia

3. Stadio del cancro

Lo stadio del cancro al seno (che indica quanto il tumore si è diffuso) avrà un impatto sulla scelta del trattamento chirurgico e sulla necessità di trattamenti aggiuntivi come la radioterapia o la chemioterapia.

4. Età e salute generale della paziente

L’età e la salute generale del paziente sono importanti per valutare la capacità di tollerare l’intervento chirurgico e altre terapie.

5. Preferenze del paziente

Le preferenze del paziente svolgono un ruolo significativo nella decisione chirurgica. Alcune pazienti potrebbero preferire la mastectomia per ridurre il rischio di recidiva, mentre altre potrebbero desiderare conservare il seno il più possibile.

Conclusioni

In conclusione, il miglior trattamento chirurgico per il tumore al seno varia da paziente a paziente e dipende da una serie di fattori. La decisione dovrebbe essere presa in collaborazione con un team medico esperto che consideri attentamente la situazione individuale della paziente. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo rimangono fondamentali per migliorare le prospettive di guarigione e il benessere delle pazienti affette da tumore al seno.

Per informazioni più dettagliate, puoi anche contattarmi alla seguente mail

Prof. Massimo Vergine-Chirurgo senologo

Direttore Unità Operativa Complessa della Chirurgia della mammella- chirurgo Breast Unit

Policlinico Umberto I di Roma

Per appuntamento per visita senologica Policlinico Umberto I  tel. 06.49977800    te. 339.6166430

o scrivere a  massimo.vergine@uniroma1.it                   Visita il Lunedi ore 8-13

PRENOTA UNA VISITA SENOLOGICA

Per appuntamenti  in intramoenia

 CLINICA MATER DEI      (visita senologica intramoenia)   tel .  –  06.83803     (Giovedi  ore 16-19)  -Roma

STUDIO ARTEMISIA LAB LANCISI   ( visita senologica intramoenia) tel- 06.44088  (Giovedi ore 13 -19) -Roma

Aticoli correlati

Mastectomia

Quadrantectomia

Condividi Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *